Imperdibili 2024. I concerti da non mancare

In Musica

Classica, pop, rock, jazz, contemporanea: nelle sale e sui palchi italiani le date imprescindibili

26/1/2024 Prometeo. Tragedia dell’ascolto di Luigi Nono. Alla Chiesa di San Lorenzo, ora Ocean Space, di Venezia
A quarant’anni di distanza a Venezia, nello stesso spazio dove si tenne la prima esecuzione, viene allestito nuovamente il capolavoro di Luigi Nono. L’opera che era nata nel 1984 dalla collaborazione con Massimo Cacciari e Renzo Piano, riprende vita in occasione del centenario della nascita del compositore veneziano. Fino al 29 gennaio per tornare a scuotere le coscienze. Ma non sarà l’unico omaggio a Nono. In occasione del centenario della nascita, il 22, 24, 25 gennaio alla Scala la Filarmonica diretta da Ingo Metzmacher eseguirà Como una ola de fuerza y luz. Soprano: Serena Saénz, al pianoforte Pierre Laurent Aimard.  (V.T.) 

26/1/2024 Il Mago del Gelato al Circolo Magnolia di Milano
Siete milanesi e non vi è ancora capitato di sentire un concerto de Il Mago del Gelato? Potrete rimediare a fine gennaio al Circolo Magnolia. Sette giovanissimi e talentuosissimi musicisti reinventano l’afrobeat con pezzi originali e una lieve vena pop. (C.C.)

20/02/2024 Chris Potter Trio Feat. Craig Taborn and Eric Harland al Blue Note di Milano
Premettendo che l’intera programmazione di febbraio del Blue Note sarebbe da considerare “imperdibile”, difficilmente insuperabili saranno tre nomi di questo calibro messi insieme. Ognuno con una personalità unica e una musicalità impareggiabile, la performance di questo trio molto probabilmente sarà giudicata indimenticabile. (G.B.B)

10/3/2024 Meute all’Alcatraz di Milano
Per chi li ama già e per chi non avesse ancora ascoltato il sound di una techno brass band, i Meute sono uno tra i gruppi più interessanti del genere. Undici tra ottoni e percussioni di Amburgo riarrangiano musica dance in chiave “marching band”. Qui si balla! (C.C.)

25/03/2024 Matthäus-Passion BWV 244 eseguita dal Collegium Vocale Gent alla Scala
Si potrebbe affermare che con la Passione di Matteo Bach abbia raggiunto una delle sue più alte vette compositive. Si potrebbe affermare anche che Herreweghe sia uno dei direttori d’orchestra che meglio esegue le opere del celebre compositore. Va da se che questo appuntamento è qualcosa di straordinario e imperdibile. (G.B.B)

4/4/2024 La rondine di Giacomo Puccini alla Scala
Centenario della morte di Puccini: la Scala celebra il grande compositore con La rondine (fino al 20/4) e Turandot (dal 25/06/2024 al 15/07/2024). Opera di lunga e difficile gestazione, La rondine  trasmette una malinconia espressa con grande raffinatezza. Oltre alla direzione di Riccardo Chailly, questa nuova produzione si avvarrà della sensibilità registica di Irina Brook e di alcune delle migliori nuove voci italiane: Mariangela Sicilia (Magda), Matteo Lippi (Ruggero) e Giovanni Sala (Prunier). (C.M.)

16/4/2024 Erlend Oye & Comitiva al Santeria Toscana di Milano
Il gruppo è un connubio siracusano, città in cui il cantante di origine norvegese vive da anni e in cui ha coinvolto una fucina di talenti locali, dando luogo a un sound ammaliante  di suoni mediterranei. Oltre che Milano nella lunga tournée europea la band toccherà anche Torino il 17 (all’Hiroshima Mon Amour), Padova il 18 (Sala dei Giganti), Bologna il 19 (Locomotiv Sound) e Roma  (Monk Club) il 20, sempre di aprile. Save the date.  (M.L.)

10/5/2024 Rondò 2024 WeekIDEA alla Fabbrica del Vapore (Sala Donatoni)
I giovani? Una vocazione. È quella di Sandro Gorli e della sua creatura, Divertimento Ensemble, che da anni oltre a proporre e riproporre le pagine più significative della musica contemporanea si impegnano a far crescere nuove leve di giovani musicisti organizzando corsi, scuole e festival in cui gli allievi propongono brani di repertorio o loro composizioni. “WeekIDEA” (International Divertimento Ensemble Academy) per tutto il mese di maggio presenterà i concerti conclusivi dei Laboratori per giovani compositori. Che dire, ben venga maggio. (A.M.)

29/05/2024 Metallica all’Ippodromo di Milano
L’iconico gruppo statunitense conquisterà il palco degli I-Days Milano con lo show più imponente mai visto in Italia, complice l’allestimento di un palco spettacolare sulla scia di quello visto al Power Trip di Indio in California lo scorso ottobre e che ha lasciato tutti a bocca aperta. Un’occasione imperdibile per i fan della band e dell’heavy metal, in cui si potranno rivivere le canzoni dei Metallica che hanno fatto la storia, oltre ai brani del loro ultimo album 72 Seasons. (C. M.)

1/6/2024 Bruce Springsteen a San Siro Milano
Due presagi: potrebbe essere l’ultima tournée da stadio del Boss, e potrebbe essere l’ultima volta di San Siro con lui. E allora si va, sicuri di vedere un’altra puntata di una storia d’amore iniziata nel 1985. San Siro è perfetto per Springsteen e la E street band perché il suo catino crea una paradossale intimità fra il pubblico innamorato e lo sciamano rock n roll più dolce, saggio e selvaggio di sempre. Non mancate, l’appuntamento (anche il 3). (E.B.)

2/6/2024 The National al Carroponte di Milano
Il giorno dopo di Springsteen non vanno persi i National (ma a Roma suonano il 3), che  presenteranno per la prima volta dal vivo i brani dei ben due album pubblicati quest’anno: First Two Pages of Frankenstein e Laugh Track. Elettronici, malinconici, meditativi, sono una band americana che indica da anni una strada diversa, stilosa, ma non superficiale per fare rock adulto, moderno, intelligente. Ci vediamo là. (E.B.)

13/6/ 2024 Daniele Gatti e l’Orchestra Mozart: Progetto Beethoven al Conservatorio
Invitato dalla Società del Quartetto, Daniele Gatti torna al Conservatorio per continuare la riproposizione delle sinfonie di Beethoven iniziata a settembre con la Quarta, la Quinta e la sesta. Ora tocca alla Prima, alla Seconda e alla Settima. Cosa ci può essere di più imperdibile? (A.M.)

16/6/2024 Green Day  all’Ippodromo San Siro
Ma anche Avril Lavigne, i Sum41 e i Simple Plan il 9 luglio. Due date cult per tutte le ragazze e i ragazzi degli anni 90. Un revival pop punk nostalgico con i gruppi che hanno lasciato un segno in tutte le camerette dei trentenni (e quarantenni) di oggi. Sul palco degli I-Days. Sk8er boiz di tutto il mondo, riunitevi. (C.C.)

29/6/2024 Requiem di W.A. Mozart. Daniel Harding al Teatro alla Scala di Milano 
Per tre date, il 29 giugno, poi il 3 e 5 luglio, Daniel Harding torna a dirigere Orchestra e Coro della Scala nel Requiem di Mozart, dopo il recente Concerto di Natale e dopo la nuova Turandot di Giacomo Puccini per cui è atteso nella stagione d’opera. Un concerto imperdibile: i chiaroscuri del Mozart di Harding, già sentiti nelle sue Nozze di Figaro qualche anno fa, prestati a uno dei capolavori più enigmatici della storia della musica. (M.L.P.)

29/6/2024 Glen Hansard Teatro Petruzzelli di Bari
Oppure all’Auditorium Parco della Musica il 30 e all’Anfiteatro del Vittoriale di Gardone il 2 luglio. Glen Hansard l’irlandese dalla voce dolce e graffiante che canta col cuore alle menti della gente, divenuto famoso prima al cinema che nelle sale da concerto, propone live acustici intimi e di alta intensità. (M.L.) 

16/10/2024 L’ultimo viaggio di Sindbad musica di Silvia Colasanti al Teatro Nazionale di Roma.
Con questo allestimento su libretto liberamente tratto dall’omonima opera di Erri de Luca, Silvia Colasanti è tra le prime donne ad aver ricevuto una commissione dal Teatro dell’Opera di Roma, e prima in assoluto ad averne ottenuta una dal Teatro alla Scala di Milano ispirata alla figura di Anna Achmatova (in cartellone nel 2025). Un’opera corale divisa in quadri, il Sindbad, che racconterà una tragica attualità – così l’autrice descrive la propria opera. (E.C.)