I migliori 10 del 2016/Una top ten possibile

In Musica

Come è stato il 2016 dal punto di vista musicale? Ricco e stimolante. Chiara Amoretti ha fatto una scelta degli album usciti. È un punto di vista naturalmente. Ce ne possono essere altri mille. Volete suggerirci il vostro?

1) David Bowie – Blackstar
Perché è passato un anno e non ci siamo ancora ripresi. Ancora una volta al limite della metafisica, Bowie ha creato un jazz per l’infinito.

 

Solange – A Seat at the Table
In un 2016 così oscuro, A Seat at the Table è arrivato come una salvezza, a celebrare la cultura afro-americana con l’eleganza dell’R&B.

 

Nick Cave and the Bad Seeds – Skeleton Tree
Pervaso dal dolore, Skeleton Tree è uno dei capolavori di Nick Cave, tra l’elegia e il canto spirituale. Devastante.

 

Beyoncé – Lemonade
Incrociando musica e film, la regina del pop dimostra di padroneggiare stili e generi diversi regalandoci un momento di puro empowerment.

 

Frank Ocean – Blonde
Disco complesso, sorprendente, minimalista, il secondo lavoro di Ocean è la consacrazione della figura più misteriosa dell’R&B

Radiohead – A Moon Shaped Pool
Orchestrale, politico, elegantissimo e graffiante allo stesso tempo, il nono album dei Radiohead conferma il loro posto nell’olimpo degli dei della musica.

 

PJ Harvey – The Hope Six Demolition Project
Polly Jean non delude, e non si ripete, mai. Questo album è un grande lavoro di poesia, analisi sociale, e alchemia stilistica tra jazz e alternative.

 

Savages – Adore Life
L’energia incontra l’intelletto nel miglior album rock dell’anno.
PS: andatele a vedere dal vivo, sono una forza della natura.

 

9) Leonard Cohen – You Want it Darker
Un altro addio a cui non eravamo minimamente pronti. Con l’anima e la voce profondissime, come al solito, Cohen ci ha regalato un’ultima confessione.

 

Angel Olsen – MY WOMAN
Con un pop tormentato e delizioso allo stesso tempo, la cantautrice americana ha creato un potente ritratto delle complessità dell’essere donna.