Generazioni a confronto: un giudizio su Sanremo 2018

In Musica

Puoi vederlo con gli occhi esperti e disincantati di una vecchia volpe come Eddi Berni, oppure con lo sguardo di un critico giovane e appassionato come Matteo Villa: non importa di che generazione sei, Sanremo è sempre Sanremo

LA CLASSIFICA DI EDDI BERNI

Diodato e Roy Paci – Adesso
I migliori del festival. Pezzo intenso, dolce e disperato, Diodato vince la timidezza, Paci vola su poche note rarefatte. Voto 8

Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico Imparare ad amarsi
Bella la canzone, e bella ancora la voce della vegliarda ben accompagnata dai due autori.Voto 8

Lo Stato Sociale – Una vita in vacanza
Sono di parte perché li amo da sempre, e hanno fatto un bel Sanremo. E la canzone non è poi così leggera.Voto 7

DecibelLettera dal Duca
Lo spirito di Bowie li salva assieme ad un certo stile new wave mai dimenticato.Voto 7

Max GazzéLa leggenda di Cristalda e Pizzomunno
L’uomo è capace di tutto, anche di fare il poeta. Non al massimo, ma comunque bravo.Voto 7

Elio e le storie teseArrivedorci
Canzone da titoli di coda. Non un granché, ma è il film che conta. Per sempre forza panino.Voto 7. Di stima

RonAlmeno pensami
Il pezzo di Dalla è un inedito, Ron la canta come può, con delicatezza e rispetto. Rispettiamolo.Voto 6

Ermal Meta e Fabrizio MoroNon mi avete fatto niente
Il politically correct in questo periodo storico è cosa buona e giusta…ma il pezzo è insipido.Voto 6

Nina Zilli Senza appartenere
Abituati a vederla luccicare fra strilli e paillettes, non ci si capacita di sentirla in versione “moderata”. Non funziona molto. Voto 6

Annalisa Il mondo prima di te
Una vita che la si aspetta, ma non convince mai fino in fondo. E si è fatto tardi. Voto 6

Luca Barbarossa Passame er sale
Lo stornello crepuscolare lascia pochi segni, se non un potente sbadiglio. Voto 6

Enzo Avitabile e Peppe Servillo Il coraggio di ogni giorno
Cosa è sta puzza di chiuso? Per cantare la malinconia ci vuole classe, Avitabile non l’hai mai avuta. Voto 5

Le Vibrazioni – Così sbagliato
Tornati insieme, non sembrano molto convinti. Poco rock e poco melodici, poca roba per ora.Voto 5

Giovanni CaccamoEterno
Perso in un testo vecchio e scontato, strilla senza emozione. Con il duetto con Arisa ci guadagna, ma non basta, Rivedibile.Voto 5

Red CanzianOgnuno ha il suo racconto
Che fatica lo scioglimento dei Pooh, con tutti sti anziani a piede libero…..comunque meglio dell’altro ex. Voto 5

The KolorsFrida
Fra i mostri da talent, i migliori. Ma non bastano energia e simpatia a fare la differenza… Voto 5

Mario Biondi Rivederti
Fossi in lei (o in lui) tutto tranne che rivederlo. Così gattone fuori luogo da far rimpiangere il vecchio Fred Bongusto. Voto 4

NoemiNon smettere mai di cercarmi
Abitudinaria del festival, non ha ancora capito come si sceglie la canzone giusta. A sto giro proprio male.Voto 4

Renzo Rubino – Custodire
Boh. Perché un cantautore emergente si deve suicidare artisticamente con un pezzo che sembra uno scarto dei Pooh? Voto 4

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli Il segreto del tempo
Uscire di scena con dignità non è sempre facile. I due sono il catalogo di errori peggiore.Voto 3

LA CLASSIFICA DI MATTEO VILLA

Max Gazzè La leggenda di Cristalda e Pizzomunno
Ci fidiamo del giudizio dell’orchestra: la svolta sinfonica di Max si sposa alla perfezione con la poesia dedicata allo scoglio bianco di Vieste. Mai banale. Voto 9

Diodato & Roy PaciAdesso
Una bella canzone, ben scritta e ben cantata. Diodato non si monta la testa, Roy Paci fa il suo senza esagerare, e il duetto con Ghemon è una delle cose migliori del Festival. Voto 8,5

Lo stato socialeUna vita in vacanza
La tipica parabola del gruppo indie a Sanremo: ti presenti come un pesce fuor d’acqua, punti sulla simpatia, metti una parolaccia nel testo e il premio della sala stampa è tuo di diritto. Voto 8

Luca BarbarossaPassame er sale
L’avesse cantata un Daniele Silvestri, sarebbe stata una gran canzone. Purtroppo la canta Barbarossa, con l’espressività di un palo del telefono. Voto 7

RonAlmeno pensami
Presenta un pezzo di Lucio Dalla e solo per questo si aggiudica il premio Mia Martini. Va detto che è l’unico che può permettersi di cantarlo. Voto 7

Ermal Meta & Fabrizio Moro Non mi avete fatto niente
Azzeccano la tematica, e sono le due voci giuste per farlo. Anche se, musicalmente, il brano ha diverse pecche: perché quella batteria? Perché? Voto 6,5

Red CanzianOgnuno ha il suo racconto
È talmente brutta che non ti esce dalla testa: il miglior intermezzo comico del Festival. Involontario. Voto 6 o forse 9

AnnalisaIl mondo prima di te
Arriva vicina alla vittoria, e può solo consolarsi sapendo di aver vinto la sfida di stile con Noemi. Voto 6+

Ornella Vanoni, Pacifico, Bungaro Imparare ad amarsi
La Vanoni a 83 comunque meglio dei Pooh e dei Decibel. Pacifico dopo aver scritto metà dei pezzi in gara ci mette anche la faccia. Ma Bungaro, di preciso, chi è? Voto 6+

Noemi Non smettere mai di cercarmi
Non è in forma, ma la sua rimane una delle poche voci interessanti nel piattume generale. Voto 5,5

Le VibrazioniCosì Sbagliato
Musicalmente sanno quello che fanno, ma Sarcina chiede davvero troppo alla sua voce. Voto 5

Renzo Rubino Custodire
Il pezzo è carino, ma lui soffre un po’ troppo il palco. Voto 5

Nina ZilliSenza Appartenere
Al di là del discutibile gusto nell’abbigliamento, il brano sembra non partire mai. Peccato. Voto 5

Giovanni CaccamoEterno
Non è chiaro cosa ci faccia tra i big, ma pennella una canzone sanremese in ogni sua nota e parola. Sempre che si rimanga svegli per sentirla tutta. Voto 5

The KolorsFrida (mai, mai, mai)
Sono l’equivalente musicale di una merendina confezionata. Però questa volta la canzone ha un che di salvabile. Sarà che in gara c’era di molto peggio. Voto 5

Elio e le Storie TeseArrivedorci
Mettono d’accordo tutti i partiti sul testamento biologico: anche i geni a un certo punto devono staccare la spina. Voto 4,5

Enzo Avitabile & Peppe Servillo Il coraggio di ogni giorno
Chi? Ma davvero? Voto 4,5

DecibelLettera dal Duca
La scelta di Ruggeri di dedicare un pezzo così brutto a David Bowie è materiale per una puntata di Mistero. Ecco, quella sarebbe una reunion più piacevole di questa. Voto 4,5

Mario Biondi Rivederti
Biondi ha una voce unica, ma cantare in italiano non fa per lui. Niente gorgheggi, niente jazz, niente swing. Voto 4

Roby Facchinetti & Riccardo FogliIl segreto del tempo
Il povero Fogli quasi se la cava, ma Facchinetti fa rimpiangere persino dj Francesco, tra vocali improbabili e note traballanti. Voto 3,5